Real Madrid Logo

Real Madrid LogoIl 6 marzo 1902, un gruppo di calciatori dalla mentalità simile fondò formalmente il Madrid Football Club, preceduto da un’altra squadra Football Sky a cavallo tra il XIX e il XX secolo.

Il Real Madrid è una delle poche squadre di calcio che non ha mai lasciato la Primera Division, il torneo più alto della Liga de Futbol Profesional. Secondo la Federation Internationale de Football Association, questa è la migliore squadra di calcio del XX secolo. È il detentore del record della UEFA Champions League e il vincitore di molte competizioni tenutesi in Spagna e in altri paesi.

Significato ed evoluzione

Real Madrid Logo Geschiedenis

Alcune persone pensano che la famosa corona sul logo del Real Madrid rifletta il suo successo sportivo. Naturalmente, la reputazione della squadra è determinata dalle vittorie trionfali perché negli anni ’50 si è affermata come una superpotenza del calcio. E il furore creato è inscritto nel DNA stesso del club, espresso in un emblema semplice e sicuro di sé. Ma l’identità aziendale del Real Madrid è stata piuttosto influenzata da fattori politici poiché la sua cronologia risale all’inizio del XX secolo.

Il primo logo del Real Madrid era un banale mix delle iniziali del club: le lettere blu M, C e F erano scritte su uno sfondo bianco. Va notato che la squadra si esibiva spesso sotto l’emblema della città, che era richiesto dalle regole della maggior parte delle competizioni calcistiche all’inizio del secolo. È un errore aggiungere l’attribuzione dello stemma della città alla storia di Madrid, sebbene le regole per lo svolgimento delle competizioni ufficiali dell’epoca obbligassero il club a utilizzare lo stemma della città.

Le modifiche al logo del Real Madrid furono apportate nel 1908. Di conseguenza, lo stemma della città divenne il progenitore del logo del club moderno. Per prima cosa (nel 1908), le iniziali del club furono imposte sullo scudo preso in prestito dalla città, quindi è così che il logo dei Galacticos ha ottenuto cerchi blu.

Il 29 giugno 1920, il re spagnolo Alfonso XIII conferì a Madrid il titolo reale: “Real”. Sul logo del club, questo evento è stato riflesso dall’aspetto di una corona identica allo stemma della città. Nelle partite ufficiali, la squadra si esibiva ancora sotto il logo stilizzato della città.

La rivoluzione che rovesciò il re Alfonso XIII segnò la formazione della Seconda Repubblica spagnola. Nel periodo dal 1931 al 1939, la squadra fu chiamata di nuovo la squadra di calcio “Madrid” e il logo perse la corona a causa del divieto di utilizzare i simboli degli elementi monarchici. Allo stesso tempo, il logo del Real Madrid ha una striscia di tonalità viola, che simboleggia la regione della Castiglia, nel cui territorio si trova la moderna Madrid.

La fine della guerra civile e l’istituzione della dittatura del generale Francisco Franco ha restituito a Madrid lo status reale e la corona per il logo dei Galacticos. Inoltre, l’emblema del Real Madrid è stato ridisegnato e alla fine è diventato colorato con i toni dorati dell’emblema. La striscia castigliana è stata salvata sul logo del Real Madrid.

In questa forma, il logo del Real Madrid è servito per più di cinque decenni, subendo lievi modifiche all’inizio del secolo. All’inizio del secolo, lo stemma di Madrid prese la sua forma definitiva. Prima di iniziare a costruire “Galaktikos”, i capi del club di Madrid hanno massimizzato la lettera M. Inoltre, hanno reso la striscia blu, eliminando completamente il colore viola.

Dopo aver aperto un nuovo capitolo della storia, Madrid ha perfezionato il logo, che ha ricevuto un aspetto moderno, corrispondente allo status di miglior club del ventesimo secolo.

1902 – 1908

Il 6 marzo 1902, il Madrid Football Club fu fondato da diversi giocatori di calcio che la pensavano allo stesso modo. Il suo progenitore è considerato Football Sky, creato nel 1896. Il primo logo della nuova organizzazione sportiva era un monogramma blu scuro. Gli artisti hanno combinato le lettere iniziali del nome della squadra spagnola Madrid Club de Futbol: “M”, “C” e “F.” In origine erano intrecciati: all’interno della grande “C” c’era una “M” di medie dimensioni, che si fondeva con la “F.” La maglia sembrava caotica perché i designer non hanno tenuto conto dell’armonia delle forme e delle proporzioni.

Insieme al monogramma, veniva utilizzato lo stemma del municipio di Madrid, come richiesto dalle competizioni calcistiche dell’epoca. Ma il simbolo della città non è stato incluso nella storia ufficiale degli emblemi del Real Madrid perché era comune a tutti i club locali.

1908 – 1920

Il 1908 vide i primi cambiamenti nell’identità aziendale del Madrid FC. Le iniziali della squadra sono state conservate ma hanno acquisito una nuova forma. Gli sviluppatori hanno notevolmente ingrandito e arrotondato la lettera “M.” D’altra parte, la “C” è stata rimpicciolita e posizionata al centro, tra le gambe laterali di “M.” La lettera più piccola – “F” – è stata posizionata in modo da intersecarsi con il bordo inferiore della “C”

A giudicare dalla cornice blu rotonda in cui si trovava il monogramma, lo stemma cittadino divenne il capostipite del logo. Per quanto è noto, le iniziali della squadra di calcio furono prima sovrapposte su uno scudo rettangolare con una base arrotondata e bordi blu scuro. Quindi i designer hanno cambiato forma, scegliendo il cerchio.

1920 – 1931

La seconda versione del logo era rilevante fino al 1920, quando Pedro Parages prese il posto di presidente. Fu allora che la grande corona monarchica blu e bianca apparve per la prima volta nel disegno. Questo segno è dovuto al fatto che la squadra di calcio ha ricevuto l’approvazione ufficiale da Alfonso XIII. Per celebrare il patrocinio della corte reale, il club ha cambiato nome in Real Madrid: la parola “Real” si traduce in “Reale” e sottolinea il legame con la persona incoronata. In alcune partite, come prima, si continuò a utilizzare lo stemma della città.

1931 – 1941

Dopo il rovesciamento del re Alfonso XIII e dell’intera monarchia spagnola, i creatori dell’emblema rimossero la corona perché il governo post-rivoluzionario aveva vietato tali simboli. In tal modo, hanno lasciato un anello blu, centrato le lettere e posizionato un’ampia striscia viola all’interno del cerchio. La linea diagonale simboleggiava la Castiglia, dove si trova la moderna Madrid.

1941 – 1997

Nel 1941 finì la guerra civile e il club restituì la corona all’emblema. Gli artisti l’hanno raffigurata in una tavolozza dorata, con gemme blu, rosse e bianche. Anche l’anello e le lettere sono d’oro. La striscia castigliana è stata preservata: è stata scartata un po ‘e resa viola.

1997 – 2001

La versione del 1997 differisce dalla precedente solo per la combinazione di colori. L’oro diventava giallo, il rosso brillante diventava pallido e il viola diventava blu scuro.

2001 – presente

La versione finale del logo è stata presentata nel 2001. Ha una “M” più ampia, una striscia diagonale stretta e accorciata, una corona leggermente rialzata sopra l’anello. Il colore di base è giallo, con tutti gli elementi circondati da contorni blu scuro.

Carattere e colore dell’emblema

L’attuale nome del marchio è coerente con lo status di miglior club del 20 ° secolo e viene utilizzato per promuovere il Real Madrid come marchio. Rispecchia tutti i simboli che la squadra ha acquisito negli ultimi cento anni: la corona ricevuta con la mano leggera di Alfonso XIII e l’abbreviazione “MCF”, derivata dal nome Madrid Club de Futbol, ​​e la striscia castigliana.

Durante la creazione del logo, i designer hanno trascurato i caratteri esistenti e hanno utilizzato solo la loro immaginazione per rendere unico il monogramma. “C” sembra standard, “F” ha tratti orizzontali accorciati, “M” è notevolmente arrotondata. La tavolozza contiene rosso (# EE324E), blu (# 00529F) e giallo (# FEBE10).